Violenze in materna, nell”angolo buio’

Alunni minacciati ritorsioni se avessero parlato con genitori

Strattonamenti, schiaffi, rimproveri, e il famigerato ”angolo buio”, un angolo della classe dove i bambini che la maestra considerava più ”cattivi”, venivano costretti a sedersi a forza di spintoni, mentre piangevano a dirotto. C’era anche questo nella giornata tipo di uno degli alunni della scuola materna ‘Malfaiera’ di Fabriano affidati all’insegnante 50enne ora sospesa dall’esercizio della professione.

Bambini che venivano minacciati di gravi conseguenze se avessero raccontato ai genitori delle offese e delle botte ricevute a scuola. Tutto questo prima che l’indagine del Commissariato fabrianese e della procura della Repubblica di Ancona portassero il Gip a disporre la misura cautelare della sospensione dall’esercizio della professione per la maestra, indagata per maltrattamenti fisici e psicologici.

fonte (ANSA) 25-10-2016