Torture e sevizie tremende per Billy, il cane simbolo del quartiere

Ancora uno sconcertante episodio di crudeltà in Calabria: la vittima è Billy, un cagnolone buono di un quartiere di Zungri, in provincia di Vibo Valentia. L’animale veniva accudito dai proprietari di un bar. Inoltre per vaccinarlo era stata avviata addirittura una raccolta fondi. Qualche giorno fa l’orrore: il povero Billy è stato percosso, poi impiccato e infilzato con un oggetto appuntito. Il tutto durante i festeggiamenti per il santo patrono.

La denuncia arriva dal Movimento Animalista e viene raccolta dal sindaco Franco Galati: “L’amministrazione comunale ha già avviato tramite la polizia municipale le indagini per individuare i colpevoli e farà di tutto affinché simili episodi non abbiano più a ripetersi. Pertanto, invito tutti coloro i quali abbiano potuto vedere o sapere qualcosa che possa aiutare a identificare i responsabili, a rivolgersi alla polizia municipale, al sindaco oppure ai carabinieri”.

Tra coloro che si prendevano cura di Billy c’è anche Nazzareno Ciluzzo, presidente del Consiglio comunale, che dice: “Siamo profondamente dispiaciuti, era parte integrante del paese, un cane giocherellone, una presenza fissa. Ci auguriamo che venga fatta luce sulla vicenda”.

Tre cani ritrovati in poche ore 

Non è la prima volta che in Calabria avvengono episodi che lasciano sgomenti. Un anno fa, ad alcuni volontari di Reggio era arrivata una chiamata domenica 31 luglio da parte di un gruppo di ragazzi. Questi andando a buttare la spazzatura hanno sentito urlare dal cassone dove hanno poi notato un meticcio di taglia medio piccola. Il povero animale era ricoperto di sangue con una corda legata al collo.

(fonte amoreaquattrozampe.com)


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *