Animali: richiesta di legge per le telecamere nei macelli

Rimettere al centro del dibattito pubblico nazionale il tema del maltrattamento degli animali nei macelli.

Questo è l’obiettivo dichiarato e condiviso da Legambiente, Ciwf Italia e Animal Law che pochi giorni fa hanno discusso il tema durante la conferenza “Telecamere nei macelli: piu’ tutele per animali, lavoratori, veterinari e consumatori” coinvolgendo, intorno allo stesso tavolo, esperti di diversi settori per trovare soluzioni condivise, a partire dalla possibilità di introdurre in Italia una legge che preveda l’obbligo di installare impianti di videosorveglianza in tutti i macelli italiani. La legge – secondo le tre associazioni – permetterebbe di migliorare la protezione degli animali negli ultimi momenti della loro vita tutelando allo stesso tempo i lavoratori, compresi i veterinari.

In Italia ogni anno vengono macellati circa 700 milioni di animali – in base agli ultimi dati Istat – e secondo l’ultima indagine sul Benessere animale alla macellazione (PNI 2016 del Ministero della salute) sono state rilevate 490 non conformità in 169 impianti su 1778 macelli controllati, su un totale di 1946 impianti esistenti.

“La nostra società – ha sottolineato Alessandro Ricciuti, presidente Animal Law – si pone sempre più domande sul trattamento degli Animali, anche grazie alle inchieste delle associazioni animaliste, che con telecamere nascoste anno dopo anno denunciano condizioni illegali ed eticamente inaccettabili all’interno di allevamenti e macelli. Per quanto le violazioni alle norme sul benessere animale siano difficili da accertare, lo Stato non può più permettere che a scoprire comportamenti illeciti siano sempre e soltanto le telecamere nascoste. La richiesta di trasparenza viene direttamente dalla società ed è necessario che ottenga una risposta adeguata, nel rispetto delle leggi e dei diritti di tutti i soggetti coinvolti”.

Fonte: meteoweb.eu


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *