Milano: botte e insulti perché mangiano vegano

Senza alcun motivo, in gruppo hanno aggredito con ferocia un 31enne che cenava col fratello in un ristorante vicino a Porta Romana. In quattro sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia Duomo, tutti tra i 20 e i 18 anni.

È accaduto ieri sera, attorno alle 22. L’unica “colpa” della vittima era quella di mangiare cibo vegano. E, con questa scusa, hanno fatto il possibile per litigare. Occhiate e insulti, invitandolo ad alzarsi e a seguirli: “Vergogna!”, “Che cosa mangi?”, “Fai schifo!”. Finché lui, stanco, non si è alzato dal tavolo e si è avvicinato. Così hanno girato l’angolo di via Lazio e hanno iniziato a picchiarlo, colpendolo anche con una bottiglia e un posacenere a colonna che era piazzato sulla porta di un locale.

Subito è intervenuto il fratello del 31enne per salvarlo. Ed è riuscito ad aiutare la vittima a rialzarsi da terra e a sfuggire agli aggressori che, inizialmente si sono allontanati. I due fratelli sono andati nel ristorante a chiedere aiuto e a lanciare l’allarme. Ma il gruppo di cinque ragazzi – uno di loro è riuscito a fuggire prima dell’arrivo dei carabinieri – è tornato nel locale. Di nuovo sono stati insulti e botte.

Poi i tre si sono allontanati portandosi dietro il giubbotto della vittima con il cellulare e il portafogli custoditi nelle tasche. All’arrivo dei carabinieri della compagnia Duomo, i quattro aggressori erano nel parchetto di viale Caldara. Avevano nascosto la refurtiva in un secchio della spazzatura, forse con l’intenzione di recuperare tutto in un secondo momento. Ma sono stati fermati prima e accompagnati al carcere di San Vittore, con le accuse di rapina aggravata e lesioni.

Fonte: lastampa.it


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *