Maltrattava cane, ora abusa dei famigliari

Lo scorso aprile, a Roma, un uomo aveva ucciso il cane del figlio della convivente, una femmina di Jack Russell di nome Lilly, gettandola dal settimo piano.

L’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, ha deciso di querelare il responsabile non solo per uccisione di animali ma anche per maltrattamenti in famiglia, chiedendo all’autorità giudiziaria di adottare le necessarie misure “in materia di responsabilità genitoriale”, compreso l’allontanamento dell’uomo dalla casa familiare. Il folle gesto, infatti, era avvenuto sotto gli occhi del bambino. Come si legge nella querela, “il maltrattamento di animali è un indicatore specifico di potenziali successive violenze fisiche e/o psicologiche su soggetti deboli, come donne, minori e anziani, esposti ad atti violenti da parte dell’abusante 7,6 volte in più dei contesti in cui gli animali non vengono minacciati o abusati”.

Fonte: solocane.it


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *